Facebook Twitter Instagram You Tube Pinterest Skype Newsletter Cerca
English Francais Espanol German Chinese Russian

Blog

Da Venezia vola a Shanghai alla Residenza The Swatch Art Peace Hotel

Silvia ManazzaSilvia Manazza

In qualità di vincitrice per la sezione Artist in Residence presso The Swatch Art Peace Hotel (Shanghai, Cina) durante l'Edizione 15.16 del Premio Arte Laguna, l'artista romana Silvia Manazza ci svela il dietro le quinte del suo soggiorno trimestrale nella primavera 2017 presso la Residenza della nota azienda svizzera di orologi. Occasione di contatto e reciproco scambio con artisti provenienti da tutto il mondo, ma soprattutto opportunità per mettersi in gioco nella piena maturità della propria vita e carriera artistica, sono alcuni dei punti focali che l'artista può ora aggiungere al proprio bagaglio culturale:

Aver vissuto per tre mesi a Shanghai, come ospite allo The Swatch Art Peace Hotel, è stata per me una straordinaria esperienza. Tanto più, vista la mia età [classe 1957], mi sono resa conto che potevo ancora mettermi in gioco e comunicare con artisti provenienti da ogni parte del mondo e appartenenti a discipline artistiche tanto diverse.

Lo storico edificio The Swatch Art Peace Hotel infatti, mettendo a disposizione degli artisti i propri appartamenti-atelier, punta a creare un contesto in cui arte e lusso si legano attraverso la creatività, all'interno di uno dei moderni centri di arte contemporanea, Shanghai. Ad avventura conclusa, Silvia Manazza consiglia ad artisti come lei di non esistare a vivere la medesima esperienza:

Sarebbe bello se ogni artista potesse vivere la mia stessa esperienza perché solo così ci si rende veramente conto di quanto sia universale il linguaggio dell'arte e di come sia stimolante lavorare con artisti di culture tanto differenti. All'inizio ero un po' preoccupata, pensavo che non avrei potuto integrarmi o che non sarei riuscita a restare lontana per tanto tempo dall'Italia. Al contrario ho lavorato molto e con una grande carica perché la Cina offre spunti e suggestioni che si fa fatica a dimenticare anche dopo essere tornati a casa. Una mia opera testimonia il mio passaggio alla Residenza: si tratta di un risciò realizzato con le fodere recuperate da vecchi materassi, materiale molto usuale per la creazione delle mie opere. L'opera vuole essere un omaggio al nobile quartiere di Shanghai dove sorge anche The Swatch Art Peace Hotel. "The Bund" è il titolo del lavoro, realizzato oltre che con stoffe anche con una serie di vecchie mappe della città. Un'altra significativa opera "L'ultimo guerriero di Xi'an", anch'essa realizzata con tessuti di recupero, è attualmente al Consolato Italiano di Shanghai. "Made in China" è invece la serie dei lavori creati durante il mio soggiorno a Shanghai e che dovrei proporre in autunno presso la Casa di Cultura della città.


Photo Credit: The Swatch Art Peace Hotel

More info >


Read more...

Residenza dedicata al bronzo: quando arte e tradizione si incontrano

Paul FunckenPaul Funcken

Prende vita la straordinaria opera dell'olandese Paul Funcken, in Residenza presso la Fonderia Artistica Salvadori Arte (Pistoia, Toscana) dal 7 al 23 Giugno 2017. Il lavoro creativo di Funcken e la tradizione metallurgica di Fonderia Artistica Salvadori Arte, si fondono per dare vita a una collaborazione artistica sostenuta dal Premio Arte Laguna. È l'artista in persona a raccontarci cosa abbia significato collaborare con Salvadori Arte e come abbia contribuito alla sua crescita artistica:

Scoprire di essere il vincitore è stata una grande sorpresa, tanto che mi sono chiesto perché, tra i molti ottimi artisti selezionati, la scelta fosse ricaduta proprio su di me. Vedere così tanti lavori creativi alla cerimonia di inaugurazione mi ha reso fiero di essere uno dei finalisti. Mi sono sentito veramente orgoglioso: questa opportunità rappresenta un buon passo in avanti per la mia carriera. Appena arrivato alla Fonderia Artistica Salvadori Arte mi sono subito messo al lavoro. Mi sono sentito immediatamente a casa, all'interno di una grande Fonderia dalla lunga esperienza alle spalle. Sebbene non fosse la prima volta che lavorassi con il bronzo, ho appreso molto stando a contatto con un personale collaborativo e aperto a condividere la propria conoscenza. Rimarrò in contatto con la Fonderia anche in futuro.

La Fonderia Artistica Salvadori Arte, ultima erede della tradizione metallurgica pistoiese e forte sostenitrice dell'antica tecnica a cera persa, vanta rapporti di collaborazione con artisti del calibro di Fernando Botero, Roberto Barni, Alexander Kosolapov, a cui fornisce assistenza durante le fasi di lavorazione e realizzazione dei progetti artistici. Paul Funcken ha inoltre sottolineato come la propria idea artistica si sposi con le tecniche impiegate dalla Fonderia:

Il mio progetto per la Fonderia Salvadori Arte si basa sul principio di creare l'arte così come la natura dà vita alle cose. Questo significa lasciare il più possibile il segno del passaggio dell'artista e non apportare modifiche. Penso che poter osservare la traccia della realizzazione di un processo creativo, che sia il tocco dell'artista oppure residui della colata del bronzo, costituisca un valore aggiunto per l'opera d'arte.


Read more...

L'esperienza di Katarzyna Tomaszewska presso Basu Foundation for the Arts

Valeria MorterraKatarzyna Tomaszewska

L'artista polacca Katarzyna Tomaszewska, finalista della 10° edizione del Premio Arte Laguna e vincitrice della residenza artistica Basu Foundation for the Arts (Calcutta, India), ci racconta la sua indimenticabile esperienza durante il suo soggiorno creativo, svoltosi dall'1 al 31 Marzo, un autentico momento di svolta nel suo percorso artistico e di autoconoscenza:

Non mi aspettavo di innamorarmi così tanto e trovare tutta questa apertura a Calcutta. È stata un'esperienza profonda per me sia dal punto di vista creativo, che fisico ed emotivo, dovuta anche alle persone entusiaste che ho incontrato. Ho imparato tanto su me stessa, sulla mia arte e sulla vita in generale.
La residenza presso Basu Foundation for the Arts è stata un'esperienza ispiratrice ed estremamente piacevole. Sono stata calorosamente accolta. Sin dall'inizio abbiamo sviluppato un rapporto fertile e abbiamo lavorato insieme per fare del nostro meglio. La struttura è fantastica: non ho mai alloggiato in un posto così bello in nessun'altra residenza. Ho avuto anche la possibilità di mostrare le mie opere durante una presentazione presso l'Istituto Polacco a Delhi, dove ho parlato del mio lavoro in un contesto diverso. Questa esperienza ha aggiunto un nuovo punto di vista alla mia creazione.
Il mio soggiorno in India è stato molto positivo e mi sento arricchita. Questa occasione rara mi ha dato la possibilità di creare e di sperimentare. Sicuramente influenzerà notevolmente le mie prossime opere.

Partner del Premio Arte Laguna dal 2014, Basu Foundation for the Arts (BFA) è un'organizzazione non-profit e filantropica fondata nel 1911 e ripristinata nel 2014 per incoraggiare e sostenere l'innovazione, la sperimentazione e il potenziale nel campo delle arti. Ponendo l'artista al centro, la Fondazione promuove programmi di danza, musica, audio, performance, teatro, mostre di arti visive e residenze sia in India che all'estero.


Read more...
Subscribe to this RSS feed